Lecce, le bandiere del mondo sull’albero della pace nella villa comunale

0
514

A partire dalle ore 11 di domenica 6 dicembre tutti i bambini potranno lasciare sull’albero un messaggio sulla pace. L’albero è già stato allestito nella giornata di ieri e vi resterà per tutto il periodo natalizio


Albero di Natale con bandiere del mondoLecce – Un albero di Natale anche nella Villa Comunale. Ci ha pensato la consigliera Giordana Guerrieri e l’assessore Andrea Guido ha condiviso subito l’idea. Ma non si tratta di un albero come gli altri. Palle, stelle e tradizionali addobbi sono rimpiazzati dalle bandiere di tutti gli stati del mondo per simboleggiare la pace in un momento così difficile per tanti popoli.

A partire dalle ore 11 di domenica 6 dicembre, tutti i bambini potranno lasciare sull’albero un messaggio di pace. 

“Ho pensato alla Villa Comunale perché è il luogo prediletto della città per i bambini e le loro famiglie – ha spiegato la consigliera comunale Giordana Guerrieri – E’ trascorso quasi un mese dai terribili attentati avvenuti a Parigi. La mia idea è quella di portare un segnale di pace e solidarietà in un Natale che, per via dei recenti accadimenti internazionali, rischia di non essere vissuto con la stessa gioia e serenità degli altri anni”. 

“L’idea di Giordana Guerrieri – ha aggiunto l’assessore all’ambiente del Comune, Andrea Guido – è quella di creare un’icona natalizia di pace. E’ stata lei a convincermi a chiedere aiuto qua e là ad amici ed imprenditori leccesi per allestire l’albero in economia e senza gravare sulle casse comunali. Ringrazio il sindaco Perrone e l’assessore Coclite che hanno condiviso immediatamente l’iniziativa”.

L’albero è già stato allestito in villa comunale nella giornata di ieri e vi resterà per tutto il periodo natalizio.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCampi S.na, sbeffeggiano, minacciano e sequestrano un minore disabile. Arrestati
Next articleLecce-Messina: le pagelle. Gioiello Lepore