La nuova casa di proprietà dell’Amp Porto Cesareo

0
37

Porto Cesareo (Le) – Ora è ufficiale. L’Area Marina Protetta Porto Cesareo ha una nuova sede di proprietà. Si è concluso infatti nei giorni scorsi, l’iter di acquisto dello stabile che ospita il personale, gli uffici, l’importantissima sala di controllo del progetto “Torri vedette di Legalità”, poi ancora la direzione e la sala del CdA dei soci del consorzio e cioè Comune di Porto Cesareo, comune di Nardò e Provincia di Lecce. La sede dell’Amp si trova nel cuore di Porto Cesareo, precisamente al numero civico 30 di via Alessandro Manzoni, a due passi dal “Porto Vecchio” e dalla splendida Riviera di Ponente. Sull’acquisto della sede di Amp sono intervenuti i tre massimi responsabili dei soci del Consorzio di Gestione: Antonio Gabellone, Presidente della Provincia di Lecce, Salvatore Albano, primo cittadino di Porto Cesareo e Pippi Mellone sindaco di Nardò.

“E’ un momento di grande soddisfazione per la Provincia di Lecce – ha detto Gabellone -. Con l’acquisto della nuova sede da parte dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo, ente nel quale sin dal primo giorno della sua istituzione la Provincia di Lecce è seduta in CdA, si danno stabilità e buoni auspici all’importantissimo lavoro portato avanti in questi anni. L’Area Marina Protetta Porto Cesareo è fiore all’occhiello del territorio salentino – conclude – ed ha messo a segno importanti progetti di rilancio e valorizzazione delle sue infinite risorse naturali, non solo legate al mare, ma faunistiche, boschive, naturalistiche. L’acquisto di una casa tutta sua è certamente un passo avanti che poggia su solide basi e dona fiducia ai progetti del futuro”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano. “Abbiamo portato a termine -dice Albano- un grande lavoro di squadra che ha fatto raggiungere l’ennesimo importante obiettivo per l’Amp. Un obiettivo che perseguivamo da tempo e che premia il lavoro svolta in tutti questi anni”.

Anche Pippi Mellone sindaco di Nardò, come detto è intervenuto nel merito.

“È un traguardo che ci fa felici, come tutti quelli che riguardano l’Area Marina Protetta ed i suoi progetti a favore di una porzione di territorio meravigliosa – afferma Mellone -. Noi, del resto, siamo molto attenti all’attività di Amp e non a caso abbiamo messo a disposizione una sede distaccata, quella presso la Masseria Torre Nova. L’auspicio che rinnovo anche in questa occasione è quello di veder completato l’iter dell’ampliamento dell’area protetta al tratto di mare prospiciente il parco di Porto Selvaggio. Ho visto che il presidente Gabellone su Facebook ha utilizzato come immagine per questa notizia proprio una prospettiva del parco, spero serva a portarci tutti concretamente verso l’obiettivo”.

Infine il commento del neoconfermato presidente della riserva Remì Calasso: “Faccio un ringraziamento a Provincia (Presidente e Vice Presidente sempre disponibili a convocare assemblea dei soci per i diversi atti), Sindaco di Nardò e Porto Cesareo, attuale consiglio di amministrazione che in pieno agosto si è riunito più volte per avviare iter del mutuo propedeutico all’acquisto ed il precedente CdA che ha dato il via a questa importante e storica operazione culminata con l’acquisto della nuova casa di Amp Porto Cesareo – afferma soddisfatto Calasso -.  La sede definiva è importante perché identifica una amministrazione nella società e ci consente anche una razionalizzazione delle spese. Prossimo obbiettivo – conclude – la valorizzazione della sede di Torre Nova nel parco di Porto Selvaggio”.