Koreja, reading polisensoriale per la giornata internazionale della disabilità

0
271

Raffaele CasaranoLecce – Aspettando la Giornata Internazionale della Disabilità mercoledì 2 dicembre alle ore 20.30 il foyer di Koreja ospita Il Corpo nel Gusto, nella Musica e nella Poesia (ingresso libero) una serata esperienziale in cui il pubblico sarà coinvolto in un viaggio polisensoriale ed emotivo unico. L’appuntamento è un’occasione per fare esperienza di una nuova grammatica del corpo e di come nel gusto, nella musica e nella poesia sia possibile sentire l’unicità dell’essere senza barriere.

Spaziando dalla lettura in braille dei versi del poeta Girolamo Comi di Luigi Mangia, alla musica di Raffaele Casarano e Mirko Signorile, dagli ulivi alle vigne testimoni generosi della bontà della nostra terra, il pubblico avrà la possibilità di vivere per poco tempo la cecità, mentre tutti gli altri sensi saranno dedicati all’ascolto e alla degustazione di prodotti semplici e genuini della nostra terra: un’esperienza concreta per scoprire la bellezza del piacere nella meraviglia dell’essere civiltà senza differenze sociali. In teatro si realizza la libertà di partecipare alla cultura senza subire esclusione o forme di impedimento.

[…] in teatro si realizza la libertà di partecipare alla cultura senza subire esclusione o forme di impedimento sostiene Luigi Mangia. Nel corpo la vita, il sogno, il desiderio di bellezza felice e la voglia d creatività come luce di vita quotidiana senza barriere e senza il peso dei pregiudizi, i  poeti non tradiscono mai l’uomo ma sono sempre compagni e aiuto contro ogni solitudine. Per noi questa è la cultura sociale accessibile per tutti, perché è vita felice e bellezza di sentire negli altri il respiro della vita vissuta insieme […]

 

INFO:

Cantieri Teatrali Koreja, via Guido Dorso, 70

tel. 0832-242000 / 240752

www.teatrokoreja.it

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCalendario Polizia 2016, presentati a Roma 12 scatti artistici firmati da Massimo Sestini
Next articleMaria Manca tra le tre donne mistiche raccontate in Folli d’Amore