Il Presepe Artistico Poliscenico di Salice Salentino

0
100

Salice S.no (Le) – Solitamente, si pensa, che solo il periodo natalizio veda l’allestimento dei presepi, ed invece a Salice Salentino in via Giovanni XXIII al civico 25, a pochi km da Lecce, si può ammirare un bellissimo Presepe Artistico Poliscenico per tutto l’intero anno.

Realizzato per la prima volta nell’ottobre del 1995, nell’abitazione di Francesco Spagnolo, occupava inizialmente una piccola superficie che nel corso degli anni si è venuta via via sempre più allargandosi e ampliandosi. Ora il Presepe impegna una superficie di ben oltre 130 mq.

L’esposizione di questo meraviglioso manufatto non ha fini di lucro, l’ingresso è libero a tutti e può essere visitato e ammirato da scolaresche, gruppi in gita e da chiunque voglia immergersi nella magica atmosfera natalizia, fosse anche il 15 agosto.

E’ stata definito “la più grande rappresentazione artistica dei Vangeli dell’Infanzia e della Passione di Cristo mai realizzata in Italia”. Nel Presepe si alternano molteplici scenari, attraverso cui vengono riproposti episodi dell’infanzia e della Passione di Cristo realizzati avvalendosi dell’utilizzo di cartapesta, terracotta e materiali vari. Ogni scenario è accompagnato da didascalie esplicative sull’Episodio Evangelico.
Le scene, lavorate interamente a mano, secondo la tradizione degli antichi maestri cartapestai, sono rappresentate in cartapesta leccese gessata (Arte Sacra) da illustri artisti locali: Alessandra Guerrieri e Marco Epicochi.
Suggestivi i paesaggi delle località bibliche: Nazareth, Betlemme, la Valle del Giordano, la Valle di Gizah, e Gerusalemme.
Spettacolare è il sistema di illuminazione, che alterna le fasi diurne e notturne imitando alla perfezione la magica atmosfera di una notte stellare tra i paesaggi della Vecchia Palestina.

Il Presepe si evolve anno dopo anno con edifici, muretti, ponti, fontane, pozzi, strade, i quali sono realizzati con una straordinaria dovizia di particolari. Dopo ben ventitré anni di intenso e certosino lavoro, in un’atmosfera magica e suggestiva dell’antica Palestina dei Tempi di Gesù, con eccellente maestria, Francesco Spagnola, ha fatto sì che i personaggi rivivessero nei loro ambienti, rigorosamente realizzati in cartapesta ambientale e gessata, in scene riproposte con minuzia di particolari e bellissime da vedere. L’atmosfera così ricreata è a dir poco magica e intrisa di grande suggestione.

I fruitori, sempre tantissimi, si trovano “immersi” in una dimensione magica di grande bellezza; ciò che colpisce inoltre è l’accuratezza con cui vengono riprodotti gli ambienti, le scene, che risultano essere estremamente dettagliati. La rappresentazione del Cenacolo, poi, è bellissima come d’altronde tutti gli altri scenari.

Il Presepe vanta un eccezionale successo di pubblico, proveniente da ogni parte d’Italia in svariati periodi dell’anno. Un’opera, insomma, unica nel suo genere di grande valore artistico e culturale, assolutamente da visitare e far visitare. Inoltre molto interessante è la Mostra legata al Presepe Artistico Poliscenico, una mostra d’Arte attraverso la quale vengono illustrate le varie arti e tecniche presepiali: una vera e propria didattica per tutti, a cominciare dai bambini sino agli adulti: un percorso fantastico attraverso il quale con fantasia e pazienza vengono elargiti gli giusti strumenti atti a realizzare un presepe artistico. Scopo della mostra è infatti, quello di far conoscere alle scolaresche, ai giovani, alle famiglie le preziose tecniche.