Il comune di Novoli accreditato al Servizio Civile Nazionale. Il sindaco Greco: “Si spera di poter aprire quanto prima la Biblioteca Comunale”

0
1106

servizio civile nazionaleNovoli (Le) – L’Amministrazione Comunale di Novoli ha ufficialmente avviato le procedure di accreditamento al Servizio Civile Nazionale. Con la delibera n. 205/15, infatti, sarà possibile presentare e realizzare dei progetti di servizio civile, con la possibilità di avvalersi di personale giovane e motivato, che possa assicurare un servizio continuativo ed efficace, promuovendo la crescita civica e professionale dei giovani in settori fondamentali per lo sviluppo della comunità.

Con atto dirigenziale n. 29/16, la Regione Puglia ha accettato la richiesta del Comune di Novoli di accredito alla quarta classe dell’albo regionale, presentata lo scorso Maggio. Con la successiva delibera, la Giunta novolese ha così avviato l’accreditamento, stabilendo in tal modo, la possibilità per l’Ente, di strutturarsi in maniera adeguata per poter rispondere agli obiettivi dei progetti del Servizio Civile Nazionale. Le principali aree di interesse riguarderanno: le politiche sociali, culturali, educative e ambientali.
Soddisfatto il sindaco di Novoli, Gianmaria Greco: “Finalmente dopo tanti anni, il Comune di Novoli è accreditato al Servizio Civile Nazionale e potrà presentare progetti per contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani. Questa attività era una priorità per la nostra Amministrazione, che ha cercato di colmare un vuoto lungo diversi anni, in cui l’Ente non ha potuto avvalersi dei finanziamenti previsti, in quanto sprovvista dei necessari requisiti previsti dalla legge”.
Nello specifico, saranno tre la aree di intervento per le quali si presenteranno i progetti per il Servizio Civile, in sinergia con la struttura operativa dell’Ente e riguarderanno il settore della Protezione Civile, in collaborazione con il Comando di Polizia Locale, il settore dei servizi ambientali e quello dei servizi culturali. “Questa è un’ottima opportunità per sperimentare percorsi sociali formativi – ha proseguito il Sindaco – atti a migliorare la qualità dei servizi resi alla comunità e della formazione rivolta ai giovani. In particolare si spera di poter accedere ai finanziamenti necessari per poter aprire quanto prima la Biblioteca Comunale, ubicata all’interno dell’ex asilo Tarantini di via Lecce, e completare quindi il polo multiculturale attivato lo scorso anno con l’inaugurazione della Pinacoteca d’Arte Contemporanea e del Museo del Fuoco dedicato alla Fòcara”