Il 17 settembre, a Torre Lapillo, il convegno “A New World Emperor Charles V and the Beginnings of Globalization”

0
28

Porto Cesareo (Le) – Sabato, 17 settembre, alle ore 19.00, il Comune di Porto Cesareo, nella suggestiva torre costiera di Torre Lapillo, ospita  la presentazione del volume: A New World Emperor Charles V and the Beginnings of Globalization (a cura di Anna Trono, Paul Arthur, Alain Servantie and Encarnación Sánchez García).

Il volume ospita i contributi di studi e ricerche condotti sulla figura di Carlo V d’Asburgo.

Riunendo terre remote fra loro e discordi per lingue e costumi, il più grande monarca europeo della prima metà del Cinquecento, governò un territorio che si estendeva dai Paesi Bassi alle terre germaniche, dalla Spagna al Regno di Napoli, oltre al sempre più vasto dominio americano. L’imperatore Carlo V aveva un grande attaccamento allo Stato che governava ed ambiva a diventare il Monarca del mondo intero: padrone del Mediterraneo, conquistatore di nuove terre d’oltremare, precursore di un’Europa unita.

Per il suo intento di dare unità politica e religiosa a territori e popolazioni diverse per lingua, cultura e istituzioni, Carlo V può considerarsi una delle figure più importanti per l’intera civiltà occidentale, con principi ed azioni innovative per il suo tempo.

Il suo disegno lungimirante, quasi convergente con le attuali strategie di un’Europa unita, è stato riconosciuto, infatti, dal Consiglio d’Europa nel maggio 2015, che lo ha certificato come Itinerario Culturale Europeo: Le vie Europee di Carlo V quale motore di sviluppo dell’identità Europea.

La certificazione “Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa” è una garanzia di eccellenza che favorisce la creazione di reti utili a realizzare attività e progetti innovativi nel quadro di cinque settori d’azione prioritari: cooperazione in materia di ricerca e sviluppo; valorizzazione della memoria, della storia e del patrimonio europeo; scambi culturali e educativi per i giovani europei; pratiche artistiche e culturali contemporanee; turismo culturale e sviluppo culturale sostenibile.

*Il territorio salentino conserva importanti tracce della presenza dell’imperatore Carlo V* non solo nell’architettura militare, ma anche nelle tradizioni, nella cultura e nel folclore locale, che recuperano la memoria storica di fatti e personaggi legati alla sua persona e che alcune comunità ripropongono con rievocazioni storiche, in convegni, seminari di studi e rassegne culturali.

La presentazione del volume A New World Emperor Charles V and the Beginnings of Globalization si propone, pertanto, di sollecitare l’interesse di amministratori, portatori di interesse e la comunità locale e di coinvolgerli attivamente nella costruzione di un Percorso Culturale di Carlo V nel Salento, collegandolo all’itinerario culturale europeo Carlo V Imperatore.

Interverranno gli autori del volume e alcuni portatori culturali ed economici interessati alla creazione del percorso Carlo V Imperatore nel Salento collegandolo all’itinerario culturale europeo: “Cultural Route of the Council of Europe”.