Autostima, via per la felicità

0
24

Molti pensano che per arrivare alla felicità occorre addentrarsi in un labirinto nel quale è difficile barcamenarsi. Qualcuno ignora che “ciascuno è artefice della sua fortuna”. Certamente non è del tutto scontato, ma sicuramente non si può non considerare che è necessario prima di tutto amarsi per rendersi felici e si ama solo ciò che si conosce.

Dalla grande intuizione di Sant’Agostino “In interiore homine habitat veritas” nasce l’ “Ordo amoris”, “Ama e fa quel che vuoi”. Per giungere a ciò coltiviamo l’autostima che oltre a renderci più belli ci dà la forza di affrontare i lati più bui del vivere. L’autostima è il proprio modo di vedere se stessi nelle relazioni con gli altri. E’ una spia luminosa che di fronte ad un  bivio ci segnala la strada da scegliere. Nel nostro relazionarci vi sono due modalità attive che percorrono leggi fondamentalmente opposte, la ragione e il sentimento, sempre in guerra, ma alla fine “al cuore non si comanda”. Dunque il nostro “fare ed essere” dipenderà sempre dal sentimento, per chi ha educato la sua sensibilità. Questo è connesso direttamente con l’autostima che se è bassa, la persona polarizzata in questa direzione è infelice e non solo, l’impotenza che questo implica è causa di depressione.

Colui o colei che ha scarso senso di autoefficacia pensa “questa cosa non la so fare perché non sono competente”, chi ha cattiva autostima è portato a pensare “questa cosa non la so fare perché non valgo abbastanza”. Molto spesso accade anche che le persone con bassa autostima attribuiscano eccessivo valore ad alcune impostazioni di pensiero ideali che sovente non sono da preferire, sono dette perfezioniste. Un altro esempio di infelicità può nascondersi dietro atteggiamenti di superiorità mista a grandeur, è il caso dei “pieni di sé”, sempre alla ricerca di continue sfide; questi comportamenti sono messi in atto per contrastare la cattiva autostima. Quella vera, di contro, produce serenità nei confronti di se stessi e degli altri. Il segreto del successo, vale nell’universalità dei casi, non sta nel fare quello che si desidera ma nell’amare ciò che si fa e irradiare con l’energia che ne consegue coloro che la vita mette sulla propria strada. A vantaggio di sé e di tutti.

Psicologa, Psicoterapeuta e Giornalista Pubblicista

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleGuagnano boccia i mega impianti eolici
Next article7di7 – L’amore è un concept album