Arriva a Squinzano il “Villaggio di Babbo Natale”

0
1163

Villaggio di babbo nataleSquinzano (Le) – Fantasia, gioco, tradizione, questo è il Villaggio di Babbo Natale che prende avvio oggi 29 novembre, negli spazi di Villa Cleopazzo nel centro cittadino di Squinzano e che si protrarrà fino al 6 gennaio prossimo. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Pro Casalabate, in collaborazione con altre associazioni locali e con il patrocinio del comune di Squinzano, aspira a diventare un’occasione di incontro ludico – didattico e più in generale di crescita culturale per tutto il paese.

Gli spazi a disposizione sono stati attrezzati non solo per accogliere il pubblico adulto ma anche le varie scolaresche che hanno aderito al progetto. Disegno, lavorazione della carta, lettura animata, origami, cartonage, decoupage, modellazione della creta e della pasta di sale sono tra le attività proposte, sotto forma di laboratori educativi, ai ragazzi delle scuole che verranno da tutto il Salento a visitare il Villaggio di Babbo Natale. All’interno del Villaggio sono stati allestiti una serie di stand espositivi e di degustazione destinati a dare risalto alle realtà artigianali locali.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleUna partita così e così
Next articleMental coaching: la marcia in più dello sport, se ne parlerà il 30 novembre a Salice