Xylella fastidiosa, un incontro a Roma in Commissione Agricoltura a Palazzo Madama

0
340

ASSITOL E FEDEROLIO: BENE AFFRONTARE EMERGENZA MA SERVONO RISORSE STRAORDINARIE PER AIUTARE GLI AGRICOLTORI AD INVESTIRE IN NUOVI IMPIANTI E UN NUOVO PIANO OLIVICOLO NAZIONALE

ulivo6Roma “Esprimiamo appoggio incondizionato al Commissario Straordinario Giuseppe Silletti, chiamato al difficile compito di gestire l’emergenza fitosanitaria cagionata dalla Xylella Fastidiosa, e a tutte le iniziative messe in capo per far fronte a questa grave situazione che sta sterminando migliaia di ulivi nel Sud Italia, con ingenti danni economici per gli agricoltori e per tutta la filiera del settore dell’olio di oliva. Siamo inoltre fortemente convinti che questo dramma per gli agricoltori colpiti, cui devono essere assicurate le risorse necessarie, debba costituire un’opportunità per espiantare le piante colpite dal parassita e sostituirle con nuovi impianti moderni e maggiormente produttivi”.

Questa la posizione espressa da ASSITOL e FEDEROLIO, a margine dell’Audizione sugli effetti sulla produzione olivicola della diffusione della Xylella Fastidiosa, svoltasi oggi pomeriggio presso la Commissione agricoltura e produzione agroalimentare del Senato, nel corso della quale, su richiesta del Presidente Formigoni, sono stati sentiti i diversi attori della filiera olivicola nazionale.

“Questo momento di difficoltà, che deve essere superato con l’impegno costruttivo di tutti gli operatori, riporta tuttavia, ancora una volta, alla ribalta l’assoluta necessità di ripensare in modo strutturale l’olivicoltura italiana e metter mano a un vero e serio piano olivicolo che, attraverso l’impiego di nuove risorse, la modernizzazione della produzione, il miglioramento della competitività e la tutela della qualità, consenta alla produzione nazionale di tornare a competere anche sul piano delle quantità prodotte. La produzione di olio di oliva da olive italiane è infatti da sempre storicamente insufficiente, anche ben prima di questa emergenza, a coprire e il fabbisogno interno e quello estero di olio di oliva” – concludono ASSITOL e FEDEROLIO.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleL’Arca dei Giovani parte dal Mediterraneo: aperte le iscrizioni al progetto per studenti dai 14 ai 18 anni
Next articleCittà del Libro, cambio d’insegne sull’albero maestro della nave della cultura?