Xylella, è corsa contro il tempo per fermare l’irrorazione dei potenti pesticidi su tutta la provincia di Lecce decisa dalla Regione Puglia

0
1270

In Europa l’Efsa ha pesantemente criticato le modalità scelte per combattere la Xylella, il batterio legato al disseccamento degli ulivi

pesticidi elicotteroÈ inaudito che tutta una provincia – l’intera provincia di Lecce – venga obbligatoriamente cosparsa a tappeto di pesticidi pericolosi e potenti. L’EFSA (l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ritiene che questo rappresenti un rischio per la salute umana.

Tre europarlamentari del Movimento 5 Stelle chiedono alla Regione Puglia di ritirare il suo scellerato piano che prevede due irrorazioni obbligatorie di pesticidi in provincia di Lecce, a partire da maggio, per combattere la Xylella fastidiosa, il batterio cui é imputato il disseccamento degli ulivi.  Andranno trattati con gli insetticidi gli uliveti, le piante fruttifere ed ornamentali, le siepi, le bordure, i muretti a secco, gli incolti e perfino la macchia mediterranea.

La Regione Puglia ha indicato sette insetticidi adatti allo scopo: di essi, quattro hanno effetti di interferenti endocrini. Si tratta di sostanze capaci di alterare la funzionalità del sistema preposto alla produzione di ormoni; sono legate a deformità fetali, deficit di attenzione e varie malattie, compreso il cancro.

Secondo la rete PAN Europe, che si batte contro gli insetticidi pericolosi, questi quattro insetticidi sarebbero già vietati se l’UE non avesse insabbiato un rapporto sulla pericolosità degli interferenti endocrini.

xylellapesticidi1L’impiego di un altro dei sette pesticidi indicati dalla Regione Puglia é stato pesantemente limitato dall’UE nel 2013 perché fa parte delle sostanze neonicotinoidi ritenute responsabili della moria di api. Successivi studi hanno indicato che esso danneggia perfino gli uccelli.

“Occorre fermare la guerra chimica scatenata dalla Regione Puglia contro il suo stesso territorio e contro i suoi stessi cittadini – dicono gli eurodeputati del M5S Dario Tamburrano, Piernicola Pedicini e Rosa D’Amatoquali conseguenze avrà, sulla salute collettiva, l’onnipresenza ambientale di questi veleni? E la salute di coloro che effettueranno materialmente i trattamenti?”.

“Inoltre – proseguono i tre eurodeputati – gli insetticidi uccideranno tutti gli insetti, non solo le cicaline che secondo la Regione Puglia trasmettono la Xylella dagli ulivi malati a quelli sani. Le catene alimentari e gli ecosistemi saranno distrutti dalla guerra chimica. Cosa mangeranno le rondini e le rane? Chi impollinerà i raccolti, se moriranno le api?”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“Leverano nell’anima”. Emozione e partecipazione per l’evento voluto dal gruppo “Mappa di comunità di Leverano”
Next articleVIBRIE: le 14 salentine pronte al debutto nel campionato di Football americano