Suoli sani sono il fondamento della produzione alimentare. La Settimana Globale del Suolo pone l’accento sull’importanza dei suoli per lo sviluppo

0
640

biodivers suoloRoma – Suoli sani sono alla base della produzione alimentare mondiale e dovrebbero diventare parte integrante dell’agenda pubblica – ha affermato Moujahed Achouri, Direttore della Divisione Acqua e Terra della FAO, intervenendo alla terza Settimana Globale del Suolo a Berlino. La Settimana Globale del Suolo riunisce oltre 550 partecipanti da 78 paesi che si occupano di temi quali la gestione sostenibile del suolo e governance della terra.

“I suoli sono essenziali per raggiungere sicurezza alimentare e nutrizione e hanno il potenziale per aiutare a mitigare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. Oltre a sostenere il 95% della produzione di cibo,  i suoli ospitano oltre un quarto della biodiversità del nostro pianeta, sono una fonte importante di elementi farmaceutici e hanno un ruolo critico nel ciclo del carbonio”.

Il carbonio è parte essenziale della vita sulla Terra. Esso gioca un ruolo importante nella struttura biochimica e nella nutrizione di tutte le cellule viventi.

Il livello di degradazione del suolo – le stime indicano il 33% a livello globale – è “allarmante” e ha il potenziale per minacciare la sicurezza alimentare, trascinando molti nella povertà. La gestione sostenibile del suolo, d’altro canto, può contribuire alla produzione di cibo più sano e in maggiore quantità.

La Settimana Globale del Suolo punta a creare consapevolezza su un tema spesso sottovalutato quale l’importanza dei suoli per la salute umana e lo sviluppo sostenibile.

La degradazione del suolo è un processo degenerativo e irreversibile, spesso causato dall’uomo o dalle sue attività. Il calo delle biodiversità e la contaminazione sono tra le cause di questo fenomeno. La biodiversità del suolo contribuisce al rilascio di nutrienti in forme che possono essere utilizzate da piante e altri  organismi, a purificare le acque eliminando contaminanti e patogeni, alla  composizione dell’atmosfera partecipando al ciclo del carbonio e fornisce una fonte importante di risorse genetiche e chimiche (ad esempio antibiotici).

L’enorme incremento della produzione di rifiuti e l’utilizzo diffuso di sostanze chimiche portano alla contaminazione del suolo; utilizzo di discariche inadeguate o abusive, gestione impropria di sostanze pericolose, smaltimento illegale dei rifiuti speciali, ecomafie.

La contaminazione del suolo può provocare molteplici effetti sulla salute umana, sugli ecosistemi e sull’economia: scarichi di contaminanti nel terreno, nelle acque sotterranee o superficiali; assorbimento di contaminanti da parte delle piante; contatto diretto di esseri umani con suoli contaminati; aumento dei casi di tumori; spese per la bonifica dei siti contaminati.

Ogni giorno, inconsapevolmente, anche noi contribuiamo all’inquinamento del suolo con alcune regole sbagliate. Per fare in modo che ciò non accada dovremmo seguire delle piccole norme: impegnarsi con la raccolta differenziata dei rifiuti, riusare, riutilizzare e riciclare tutti i materiali. utilizzare, preferibilmente, contenitori biodegradabili, l’accumulo dei residui, come la plastica, richiedono molti anni o decenni di degrado. E ancora: limitare l’uso di prodotti chimici in agricoltura e usare solo concimi biologici, ridurre l’inquinamento dell’aria e dell’acqua, adottando uno stile eco rispettoso, evitare l’abbandono  di rifiuti  nell’ambiente, rispettare le leggi per lo smaltimento dei rifiuti nocivi e tossici, non buttare i rifiuti organici ma conservarli per il compost. In questo modo, non solo rallenteremo i rifiuti nelle discariche ma ne gioverà la salute del suolo.

La natura è una miniera. Produce tutto quello che ci occorre per vivere. Ci circonda con la sua infinita bellezza. La natura è la madre di tutti noi. Spieghiamo ai nostri figli e ai nostri nipoti l’importanza e il rispetto verso la natura.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleMia Mimì – l’artista, la donna, la voce: al Teatro Comunale di Novoli una serata in ricordo di Mia Martini
Next articleZuppa di ceci e pancetta