Parte a Novoli la raccolta porta a porta dell’olio vegetale esausto

0
781

oli esaustiA Novoli (Le) parte la raccolta porta a porta dell’olio vegetale esausto. Continua, così, la campagna di tutela dell’ambiente, volta ad incrementare la raccolta differenziata;  infatti con delibera n. 61 del 26.03.2013 l’Amministrazione Comunale  ha deciso di avviare la raccolta domiciliare degli oli vegetali esausti su tutto il territorio di Novoli. Sarà effettuata dalla SUD ECO S.r.l.  ed avrà luogo il dieci di ogni mese a partire dal 10 giugno p.v.

A tal proposito l’assessore Gianmaria Greco ha rilasciato queste dichiarazioni:

«Il Comune di Novoli ha predisposto l’attivazione del servizio di raccolta domiciliare degli oli vegetali esausti  di natura domestica e proveniente da esercizi commerciali, allo scopo di sensibilizzare i cittadini al corretto recupero di  un rifiuto che, qualora venga eliminato diversamente, può produrre un notevole inquinamento.  

Infatti, ciascun cittadino produce ogni anno produce 4 Kg di olio esausto che, se disperso nell’ambiente, diventa una sostanza altamente inquinante.

Fino al 20 maggio è possibile prelevare gratuitamente la tanica da 5 Lt messa a disposizione dell’utenza presso l’ex “Mercato Coperto” in piazza Regina Margherita.

La raccolta, che inizierà il 10 GIUGNO 2013, verrà effettuata ogni giorno dieci del mese a partire dalle sette del mattino. Qualora la giornata prevista coincida con un giorno festivo si procederà con la raccolta per il giorno successivo.

Si consiglia di esporre il contenitore solo quando è pieno, al fine di facilitare le operazioni di recupero e ricevere una nuova tanica in sostituzione di quella utilizzata.

La presenza di un operatore  della ditta incaricata all’atto del recupero del contenitore consentirà di evitare accidentali versamenti e garantirà un corretto conferimento, onde evitare la consegna di oli non vegetali, ad esempio quelli di auto.

In molte famiglie, l’olio esausto viene gettato negli scarichi domestici, arrivando fino alle condotte fognarie e quindi al depuratore. In quest’ultimo, viene parzialmente eliminato, ma influenza negativamente i trattamenti biologici e fa aumentare notevolmente i consumi di energia. L’olio quindi, non va gettato negli scarichi ma conferito negli appositi contenitori, poi una volta trattato potrà essere riutilizzato in ambito industriale. Infatti, la corretta raccolta e il successivo trattamento degli oli alimentari usati permettono il riutilizzo in processi industriali per la produzione di biodisel, lubrificanti, saponi, inchiostri e altri prodotti.

La tutela dell’ambiente dipende spesso da piccoli gesti quotidiani che possono avere una valenza fondamentale per la difesa dell’ecosistema. Proprio nell’ottica di una sempre maggiore attenzione alla salvaguardia dell’equilibrio ecologico, l’assessorato all’Ambiente realizzerà nei prossimi giorni un’apposita campagna di informazione.

Tanti cittadini si sono recati in questi primi giorni presso il centro di distribuzione dimostrando un’importante attenzione per le iniziative promosse dall’assessorato all’Ambiente per la salvaguardia del territorio. Da parte nostra daremo sempre il massimo per raggiungere gli obiettivi di tutela dell’ambiente e di qualità dei servizi da fornire ai cittadini».

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLecce: l’ultima battaglia
Next articleMamma …