Lecce, in arrivo i contenitori interrati per pannolini e pannoloni

0
247

Contenitori interrati 1Lecce – Saranno pronti entro la prossima settimana i primi otto contenitori interrati a scomparsa posti al di sotto del piano stradale dedicati alla raccolta differenziata di pannolini e pannoloni. Ne sono previsti venti in totale, e nei prossimi mesi verranno installati i rimanenti. Le strutture, all’avanguardia in termini tecnici ed energetici, rientrano nel progetto del servizio di igiene e nettezza urbana del Comune e sono collocati esattamente in Piazza Modena (Zona A), Foro Boario, Piazza Cardarelli (Zona Salesiani), Piazza Indipendenza (Santa Rosa), Piazza Palio, Viale Aldo Moro, Via De Pace (Zona San Guido) e Via Paolo VI, angolo Via Monsignor De Luca (imbocco super strada Lecce – Maglie).

I nuovi contenitori interrati a scomparsa posti al di sotto del piano stradale sono costituiti da una vasca prefabbricata in calcestruzzo al cui interno sono posti dei cassonetti poggiati su una pedana idraulica che a comando solleva il cassonetto a filo strada. Il conferimento dei rifiuti al loro interno avviene attraverso torrini che fuoriescono dal piano stradale. Si tratta di impianti di nuova generazione, completamente sostenibili, dotati di pannelli solari e accumulatori di energia e con tempi di apertura e chiusura ridotti ben oltre la media di quelli installati di recente in altre città del paese.

Contenitori interrati 2“Li useremo a breve per agevolare l’intera cittadinanza nella raccolta differenziata di pannolini e pannoloni, svincolandola da giorni e orari di esposizione – dichiara Andrea Guido, Assessore alle Politiche Ambientali del Comune – per utilizzarli occorrerà una badge elettronico a tecnologia tag Rfid, dall’inglese Radio-Frequency Identification, capace di identificare l’utente e memorizzazione automaticamente ogni informazione inerente il conferimento. Oggi per pannolini e pannolini, cosiddetti PSA, prodotti sanitari assorbenti, esistono innovativi processi che permettono di recuperare in modo pressoché integrale i materiali che li compongono e di rimetterli in circolo, sottraendoli a discariche e inceneritori. Quella dei PSA non è affatto una quota trascurabile di rifiuti tra quelli domestici. Di recente qualche cittadino – ha concluso Guido – vedendo i box in calcestruzzo in superficie prima del loro interramento, aveva già lanciato l’allarme, ma può stare tranquillo, non sono nuovi ripetitori per la rete telefonica cellulare ma rientrano nel nostro sistema di raccolta differenziata e, appena avremo finito, tra qualche giorno, non si vedrà più nulla e ne rimarrà solo una grande utilità”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleFutsal Lecce, importante vittoria con il Latiano. Testa già all’Alberto
Next articleA Trepuzzi stage formativo con Alessio Sakara-arti marziali miste