Debutto di Fare Verde Novoli con la bordatura di Piazza Regina Margherita

0
620

fare verde4

Novoli (Le) – Debutto in Piazza Regina Margherita, lo sorso 15 febbraio, per la neonata associazione ambientalista Fare Verde Novoli, che ha reso rendendo più verde il luogo comunemente riconosciuto come il “cuore” del piccolo paese situato a nord di Lecce.

I volontari hanno concentrato il loro lavoro sulle aiuole degli alberi di ulivo presenti in piazza e, dopo una bella ripulita dalle varie carte, bottiglie e anche pezzi di ferro, hanno preparato il terreno per interrare delle Pansè colorate. Le aiuole, inoltre, sono state delimitate con alcuni paletti e della cima per cercare di preservarle da tanti nostri amici a quattro zampe che, purtroppo, vengono portati a spasso da alcuni padroni poco rispettosi verso l’ambiente e verso tutti coloro che, per fare una passeggiata, devono zigzagare tra le varie deiezioni canine.

L’associazione, presente con un gazebo, ha illustrato il suo progetto di trasformare una natura morta, in questo caso un albero di ulivo presente in piazza ma purtroppo non attecchito, in un’installazione artistica urbana. Se l’amministrazione comunale lo consentirà, verranno applicate al suddetto albero alcune casette per uccelli decorate e pitturate.

{gallery}Gallerie/debuttofareverdenovoli{/gallery}

Le casette in legno rappresentano un oggetto fondamentale, soprattutto per proteggere i piccoli animali durante le stagioni più rigide. Successivamente l’iniziativa verrà estesa agli istituti scolastici,  i piccoli ripari verranno dipinti dai bambini delle varie classi e poi saranno installati nei vari parchi o spazi verdi del paese. Parallela anche la proposta delle “Bat-box”, rifugi per i pipistrelli.

“Il pipistrello è inoffensivo, non attacca, non morde e non è vero che si impiglia nei capelli – dice Paolo Agnelli, zoologo dell’Università degli Studi di Firenze – Un solo esemplare mangia circa duemila zanzare a notte. È più efficace e più ecologico dei sistemi chimici, che uccidono anche lucciole e api e sono veleno per l’aria”. Ma c’è pure un’altra ragione per adottare un chirottero. “In Italia ne esistono 33 specie. Alcune sono a rischio estinzione a causa dell’inquinamento e della mancanza di anfratti nei quali rifugiarsi”, continua il docente. Per la loro salvaguardia è stato firmato anche un accordo internazionale. Piazzare le bat box vuol dire offrire un nido al sicuro in cui i pipistrelli possano tornare dopo il letargo invernale.

L’installazione delle bat-box dovrebbe essere un mossa contro le zanzare, con la speranza che in futuro si possa ridurre o del tutto evitare l’uso degli insetticidi.

All’evento era presente l’avv. Francesco Greco, Presidente Nazionale di Fare Verde, l’avv. Greco Gianmaria, Assessore all’Ambiente e Vicesindaco del comune di Novoli.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSurbo, rapina all’Eurospin. I malviventi fuggono con il bottino
Next articleSquinzano, non sudditi ma cittadini…questo l’auspicio dei giovani del centrosinistra e oltre