“Io non l’ho interrotta”: il 21 luglio riparte da Corigliano d’Otranto la nuova rassegna

0
14
Martedì 21 luglio (dalle 20:30 – ingresso libero) al Castello Volante di Corigliano d’Otranto (Le) inizia la nuova edizione della rassegna “IO NON L’HO INTERROTTA“: nel primo appuntamento, la dirigente scolastica Annarita Corrado, il docente di sociologia dell’Università del Salento Mariano Longo e il giornalista di Nuovo Quotidiano di Puglia Rosario Tornesello presenteranno il volumeLE SFIDE DELLA DEMOCRAZIA. LA PAURA E LA LUSINGA”(Laterza editori).
In collegamento interverrà anche Umberto Ambrosoli, avvocato e saggista. Il libro propone tredici interventi agili e autorevoli per orientarsi nella comprensione di questo tempo difficile. Se dopo la caduta del Muro di Berlino ci si è cullati nella fugace illusione che la forma di governo democratica «del popolo, dal popolo, per il popolo» fosse destinata a un predominio universale, oggi nei suoi confronti si manifestano attacchi, tensioni e logoramenti.
Le sfide della democrazia. La paura e la lusinga” (Laterza editori): tredici interventi agili e autorevoli per orientarsi nella comprensione di questo tempo difficile. Se dopo la caduta del Muro di Berlino ci si è cullati nella fugace illusione che la forma di governo democratica «del popolo, dal popolo, per il popolo» fosse destinata a un predominio universale, oggi nei suoi confronti si manifestano attacchi, tensioni e logoramenti. C’è chi propugna l’ibridazione della democrazia con un autoritarismo soffice, chi ne ipotizza il superamento in nome di una presunta neutralità della tecnica, chi ne asseconda l’asservimento a potentati economici, chi la diluisce con procedure insondabili. In questo libro alcuni protagonisti del dibattito pubblico italiano – accademici, magistrati, ricercatori, intellettuali – discutono di diritti, libertà, giustizia, corruzione, mafie e terrorismo come sfide contemporanee per i sistemi democratici. I contributi di Umberto Ambrosoli, Raffaele Cantone, Gian Carlo Caselli, Gherardo Colombo, Piercamillo Davigo, Giovanni Maria Flick, Mariano Longo, Piergiorgio Morosini, Armando Spataro, Rosario Tornesello, Alberto Vannucci, Salvatore Veca e Gustavo Zagrebelsky nascono in occasione di un ciclo di incontri tenuti presso il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Maglie (Lecce).
A seguire l’incontro “ Dalle (vecchie) colpe alle (nuove) occasioni del sud” con la sindaca di Corigliano d’Otranto  Dina Manti, il sociologo  Stefano Cristante e il direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia  Claudio Scamardella, autore del saggio  “Le colpe del Sud. Ripensare la questione meridionale per il Mezzogiorno, la Puglia, il Salento“, pubblicato da Manni.