L’importante “Premio di Benemerenza” alla storia dell’Asd Novoli Calcio

0
350

Novoli (Le)- Il cammino trionfale dell’Asd Novoli Calcio nel girone B del campionato di Promozione Pugliese non è l’unico grande successo della società di via Trepuzzi. Il Novoli sarà premiato dalla Lega Nazionale Dilettanti per la sua lunga, gloriosa e storica attività, protrattasi senza pause sin dal lontano 1942. La squadra rossoblè, presieduta da Giovanni Sebaste, sarà l’unica società pugliese che sarà decorata del “Premio di Benemerenza” nella cerimonia nazionale che si svolgerà presso il “Centro Congressi Kursaal” a Lignano Sabbiadoro nella giornata di domani 16 aprile 2014. Il premio sarà riconosciuto alla società novolese, che quest’anno festeggia il suo 72esimo compleanno, per l’affiliazione ininterrotta alla FIGC.

L’ingegner Vincenzo Sebaste, figlio del presidente e responsabile dei progetti storico-comunicativi del Novoli Calcio, ritirerà il premio alla presenza delle massime autorità della FIGC e della Lega Nazionale Dilettanti. La Sezione pugliese della LND, tramite il suo consiglio direttivo, ha espresso le massime congratulazioni: “Al Novoli Calcio ed ai destinatari dell’ambito ‘Premio di Benemerenza’ esprimiamo le più vive congratulazioni per il prestigioso premio che costituisce il meritato riconoscimento per i molti anni dedicati nelle varie attività svolte con fattiva operosità e passione a favore del calcio dilettantistico pugliese“.

Il patron Giovanni Sebaste è naturalmente raggiante per il riconoscimento acquisito dal suo sodalizio: “Grazie ai dirigenti Novolesi, ai semplici tifosi, agli appassionati di tutti i giorni e di sempre. Il merito di questo premio è di tutta la comunità Novolese, che ha saputo coltivare con passione, competenza e serietà una società che ha una storia lunga condita d’amore per il paese. L’auspicio è quello di continuare con l’aiuto di tutti, davvero di tutti, considerando i periodi difficili che viviamo, questa fantastica storia di calcio e regalare alle future generazioni l’orgoglio di indossare la gloriosa maglia rossoblù”.

 

{loadposition addthis}