Nel Big Match con il Putignano il Novoli torna a volare

0
725

Novoli-Putignano

Novoli (Le) – Al Toto Cezzi di Novoli accompagnati da circa 300 spettatori i ragazzi di Simone Schipa si aggiudicano il big match contro la capolista Putignano che arriva nella cittadina della fòcara orfana di Caracciolese che per un problema al flessore alza bandiera bianca. Tra i padroni di casa si contano le defezioni di D’Amble ed Elia.

Una partita difficile, maschia, dura, in un campo che, nonostante un forte vento di scirocco e la pioggerellina che per tutto l’arco del tempo è caduta fitta, ha tenuto bene.

I padroni di casa non danno nemmeno il tempo di ordinare le idee agli ospiti che li colpiscono dopo sei minuti. Dazzi al volo aggancia un cross di Epifani e gonfia la rete; Orlandino può soltanto raccogliere la palla dal sacco.

La squadra di Castelletti non ci sta e si riversa nella metà campo novolese anche se non riesce mai ad essere incisiva, dalle parti di Antonica arriva poca roba se non dei tiri da lontano. Le occasioni migliori del primo tempo infatti sono dei padroni di casa che potrebbe raddoppiare al 21° con Scarcella ma il suo tiro, un missile terra aria si spegne di poco a lato; due minuti dopo c’è una bella azione di Carlà che subito dopo la trequarti è autore di una giocata raffinata prima di servire il bomber Scarcella che di testa tenta di impensierire il portiere ma non arriva per poco sulla sfera, spazza la difesa. Nel momento migliore del Novoli è il Carovigno a sfiorare il pareggio con Petaroscia prima (42°) e con D’Onghia (44°)su punizione poi ma Antonica è attento, sulla sua ribattuta arriva la conclusione di Recchia ma la sfera va fuori dallo specchio della porta novolese. Il primo tempo termina per uno a zero, lasciando presagire ad una ripresa abbastanza animata.

Il secondo tempo si apre con il Novoli in avanti. Al 47° Scarcella s’invola, vede Carlà e lo serve ma Orlandino lo anticipa accalappiando la sfera. Il Putignano tenta di fare la gara e, ci riesce a tratti anche se non crea occasioni pericolose, prende il pallino del gioco in mano. Il Novoli si raccoglie intorno ai propri gladiatori Potì ed Epifani su tutti che fanno a sportellate con gli avversari rubando una quantità  gigantesca di palloni.

Per vedere il primo tiro vero del secondo tempo bisogna attendere il 70° quando Marasco prova dai 30 metri ad inquadrare la porta senza troppa fortuna. La partita s’incattivisce sempre di più e iniziano a fioccare i cartellini gialli; poi null’altro, solo tanto tanto agonismo ed il Novoli che potrebbe addirittura raddoppiare con Scarcella.  Al minuto 89, il bomber lascia partire un tiro a giro che esalta Orlandino; il portiere del Putignano vola e con la punta delle dita compie il miracolo della domenica.

Dopo sei minuti di recupero i “rossoblè” novolesi, oggi in maglia bianca, possono festeggiare sotto la tribuna, con i propri tifosi, una vittoria meritata. Giovedì la compagine di Schipa raggiungerà Alberobello per recuperare la gara. Con la vittoria di oggi  il Novoli si porta ad un solo punto dal Putignano, nel caso in cui dovesse vincere il recupero salterebbe a piedi pari al primo posto.

Tabellino

Novoli – Putignano 1 – 0

Novoli: Antonica, Mento, Vigliotti, Epifani (78° Scozia), Indirli, Potì, Dazzi, Marasco, Carlà (58° Ruggio), Scarcella, Commendatore (75° Quarta). A disp. Lupo, Taurino, Cennamo, Donadei. All. Schipa.

Putignano: Orlandino, Capriati, Genco ( 50° Sportelli), De Luisi, Ricci, Lisco (55° Gentile), Petaroscia, D’Onghia, Recchia, Laera, Piccoli ( 72° Manfredi). A disp. Tanzi, Amati, Mangini, Intini. All. Castelletti

Arbitro: Palmisano di Taranto.

Marcatore: Dazzi al 6°

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleXylella fastiosa, ancora nessun antidoto per gli ulivi salentini. Lo afferma la Comunità Europea
Next articleLasciatemi perdere …