Lecce, la presentazione di Lo Bue

0
374

lobueLecce – Un altro rinforzo per dare vigore alle corsie del nuovo Lecce di Antonino Asta. Francesco Lo Bue è l’ultimo tassello che il d.s. Stefano Trinchera ha apportato alla squadra giallorossa. Terzino destro naturale, è impiegabile anche sulla corsia opposta di una retroguardia a quattro, dogma che Asta non sembra tradire in questa preparazione al prossimo campionato. L’acquisto di Lo Bue, virtualmente concorrente di Andrea Beduschi, potrebbe spianare la via all’addio di Daniele Mannini. L’esterno pisano non è apparso quasi mai al centro del progetto del tecnico di Alcamo, intento spesso a schierarlo in quel ruolo da terzino mal sopportato dallo stesso Mannini.

Francesco Lo Bue, 25enne palermitano, arriva dal Trapani, squadra con la quale ha vissuto da protagonista la scalata dalla Serie D alla Serie B, compiuta in quattro stagioni. Il terzino era uno dei pilastri dello schieramento del tecnico Boscaglia, vario negli assetti offensivi ma anch’esso fedele alla difesa a quattro. In cadetteria, Lo Bue ha saltato la prima stagione in B dei siciliani a causa di una grave lesione al legamento crociato che l’ha tenuto fuori per la quasi totalità del campionato 2013-2014, fatta eccezione per tre presenze all’inizio e per 12’ all’ultima giornata come vernissage per il rientro. Lo scorso anno è arrivato poi il riscatto. La stagione ad alti e bassi del Trapani, che ha portato al cambio in panchina tra Boscaglia e Cosmi, non ha intaccato il rendimento di Lo Bue, perno della squadra trapanese nella seconda salvezza consecutiva. 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleRitrovato sano e salvo Mario Scazzi, l’uomo di Copertino scomparso lo scorso 13 agosto
Next articleRiparte il lavoro del vivaio giallorosso, ecco il nuovo staff