Le pagelle di Vicenza-Lecce: ottime le prestazioni di Henderson e Pettinari

0
56
pettinari

GABRIEL 6,5: tanta densità in area per il Vicenza ma pochi tiri in porta. Gabriel non viene chiamato quasi mai in causa. Incolpevole sul gol di Jallow, traiettoria imparabile.

MAGGIO 7: dalle sue parti non si passa anche per i tanti falli che compie. Inconsciamente, è una gara che ha sentito abbastanza viste le sue origini. Fantastica la galoppata sulla fascia in occasione del primo gol.

LUCIONI 7: non si passa quando c’è lui davanti. Una sola sbavatura sul primo tempo su Gori, per il resto partita impeccabile. È stato bravo a tenere salda la squadra dopo il gol del pareggio di Jallow.

MECCARIELLO 6,5: sempre pulito, mai superato e surclassato dagli avversari. Peccato per quella deviazione involontaria che ha fatto capitolare la palla in rete.

GALLO 7: corri Forrest! La fluidità di corsa e l’instancabile voglia di salire e scendere dalla fascia. Partita stupenda per il terzino giallorosso che non ha mai fatto mancare il suo apporto al compagno di squadra.

MAJER 7,5: decisivo anche in zona offensiva. È suo l’assist al bacio per Pettinari. Sono sue le giocate a smarcare e ad alleggerire la pressione avversaria. Centrocampista completo e ritrovato.

HJIULMAND 6: non oltre il compitino. Sta vivendo una fase calante anche per via dei turni ravvicinati e dalle temperature. Dopo essersi abituato allo stile di gioco italiano, deve anche calarsi al meglio nelle temperature delle ultime giornate di campionato. È mancato in fase di possesso palla come anche nelle chiusure.

BJORKENGREN 6: così come il play, anche lui, oggi, ha subito fin troppo la condizione fisica. Attenzione, partita comunque ben giocata, Però, da lui, ci si aspetta sempre di più. Non è riuscito a dare manforte in fase offensiva. Sempre sul pezzo e pronto per dare una mano ai compagni in fase di ripiegamento.

HENDERSON 8: giocatore completo. Corsa, intensità, giocate, capacità di risolvere il match. Ha raggiunto una maturità incredibile. Il gol della vittoria all’angolino rappresenta la ciliegina sulla torta di una prestazione perfetta (dall’84’, DERMAKU S.V.).

PETTINARI 8: menomale che aveva qualche acciacco. Sin dal primo minuto è venuto nella propria metà campo a dare una mano ai compagni di squadra. Detta le giocate offensive con un tocco palla di categoria superiore. Giocate illuminanti e inserimenti perfetti. Segna un gol importantissimo per sbloccare una partita difficile contro un avversario ostico (dal 74’, RODRIGUEZ 6,5).

CODA 7: da qualche partita, appare in ombra. Anche se, quando tocca palla crea sempre occasioni pericolose. Quell’apertura sul primo gol e il controllo palla sul secondo hanno dato il via alle reti giallorosse. Anche quando non segna, le sue giocate risultano determinanti.