FUTSAL Lecce, vittoria di rabbia. Un impressionante Urgese trascina i suoi alla vittoria.

0
350

Sedicesima giornata di campionato di calcio a 5 FIGC Serie C2 gir C Futsal Lecce –  Futsal Francavilla 3 – 2

Futsal LecceAl termine di una settimana intensa, carica di tensione, di faccia a faccia e chiarimenti per i ragazzi terribili, dopo la deludente prestazione a Martina Franca, arriva la vittoria fra le mura amiche. 

Rabbia, voglia di riscatto, umiltà e tanto cuore. Questi gli ingredienti per la vittoria, mescolati ad ottime prestazioni di Musarò e Corona, tanto sacrificio per Ingrosso, Arnesano, Giglio e De Carlo e l’insuperabile Urgese. Un gruppo ritrovato con Vetrugno, Maiellaro, Pagano, Colucci e Innocenzo che dalla panchina fanno un tifo da stadio e un Mister Vetrugno desideroso di dare un calcio alla sfortuna.

La prova dei ragazzi terribili è stata soddisfacente contro la formazione del Futsal Francavilla, che schiera molti giovani al fianco di giocatori di grande esperienza. Nel primo tempo i leccesi regalano cinque minuti agli avversari che vanno in vantaggio, ma che si fanno immediatamente raggiungere da un caparbio Ingrosso che, con precisione da tiratore scelto, fa male là dove il portiere tarantino pecca, avventurandosi fuori dai pali, nel vano tentativo di smarcare diversi leccesi.  Ristabilita la parità, il resto della prima frazione di gioco è un susseguirsi di emozioni e di batti e ribatti che portano più volte i leccesi a sfiorare il gol e a sventare gradi azioni avversarie. Sarà prima Arnesano a tentare in due occasioni il gol con tiri dalla distanza poi Musarò a servire il laterale Ingrosso, che non concretizza quella che sarebbe stata una meritata doppietta. I giallorossi ci provano in ogni modo. Un superbo Corona, servito da Arnesano, manda di poco fuori a tu per tu con l’estremo difensore tarantino. Anche Giglio e De Carlo dalla distanza ci provano senza tuttavia inquadrare lo specchio della porta.

Il primo tempo si chiude sul risultato di 1-1.

La ripresa continua a regalare al pubblico una partita avvincente fra due squadre che vogliono la vittoria. Gli ospiti riescono ad imbucare e a segnare il gol del 1-2. Dopo questo gol i leccesi per nulla demoralizzati, trovano immediatamente il pari con Giglio, su tocco di Corona, oggi assolutamente perfetto. La differenza la fa Urgese, impegnato in una serie di miracoli che distruggono ogni speranza dei francavillesi di portare a casa il risultato, fra l’altro nel momento migliore per gli ospiti. Corona sarà protagonista di una bella lotta a centrocampo, sempre vinta dal leccese, con una serie di finezze da spettacolo, che congelano ogni tentativo ospite di superare la zona. Un potente tiro del centrale Musarò non centra di poco lo specchio della porta. Ci penserà Giglio a mettere a segno il gol liberatorio, quello del vantaggio che esalta i leccesi e li costringe a un doppio lavoro: massima concentrazione e attenzione al fallo, dato che nel frattempo raggiungono il quinto fallo che potrebbe procurargli una brutta beffa. Gli ultimi cinque minuti di gioco sono i più belli e concitati dell’incontro. La staffetta fra i due centrali De Carlo e Musarò garantisce l’invalicabilità della zona d’attacco francavillese. Uno splendido Urgese fa il resto, fino al triplice fischio finale liberatorio. Può iniziare la festa per i giallorossi che battezzano con la prima vittoria il parquet del palazzetto San Giuseppe da Copertino.

Una partita arbitrata  in modo sufficiente, sebbene con qualche errore.

I leccesi sono attesi sabato dal Carovigno, in una gara che, si spera, possa mostrare la continuità e i progressi registrati.

Le pagelle

Urgese 9: è un muro su cui sbattono le speranze francavillesi. C’è sempre, ci arriva con una mano, un piede e, là dove non basta, con il cuore e la rabbia di chi sa di essere fondamentale per la squadra. Veramente encomiabile.

Ingrosso 8,5: la sua caparbietà lo contraddistingue. E’ un giocatore di grosso sacrificio. Il laterale ci mette tutto. Attento in copertura, importante in ogni ripartenza, è una certezza.

De Carlo 8,5: impressionante il suo controllo palla, devastante nelle ripartenze sebbene un po’sfortunato. Meriterebbe il gol su gran tiro dalla distanza respinto dall’estremo difensore tarantino.

Arnesano 8: il pivot si sacrifica molto. Perde qualche palla di troppo ma fa un gran lavoro a centrocampo permettendo alla squadra di salire e rifiatare. Il capitano è indispensabile ma deve ritrovare il feeling con il gol.

Giglio 8,5: una partita molto attenta per il leccese che dà il meglio di sé, mette a segno due gol importanti ed è protagonista della maggior parte delle azioni offensive leccesi. Un grande cuore per lui.

Musarò 8,5: cuore, sacrificio e coraggio per il centrale che oggi è impeccabile. Nessuno passa dove c’è lui. Atterrato spesso dagli avversari è protagonista di tutti i gol leccesi. E’ importante che garantisca la stessa continuità alla squadra.

Corona 9: non c’è che dire, vederlo giocare oggi è davvero uno spettacolo e non solo per le ben 9 finezze che esaltano i leccesi e gelano gli avversari, ma soprattutto perché mette in mostra tutto il suo talento, dal controllo palla alla ripartenza. Oggi avrebbe meritato almeno tre gol. Per questa partita ci si può accontentare.

Arbitro: 6,5

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article“Il nostro lavoro è informare. Non abbiamo nulla di cui scusarci” – L’editore di Paisemiu.com replica alla lettera del PD novolese
Next articleUniversità del Salento, calo abnorme di iscrizioni. Causa? La disaffezione giovanile