Otranto, in scena il Divin Poeta tra Federico II e Biana Lancia

0
377

Foto Pascal Pezzuto e Lara CarrozzoMercoledì 17 agosto, a partire dalle ore 21.30, nel borgo medievale di Roca Nuova, (strada statale 279 Melendugno-Torre dell’Orso), è in programma “L’Inferno di Dante ed il mosaico di Otranto / tra Federico II e Bianca Lancia”, una singolare performance teatrale con versi di Dante Alighieri e testi di Gabriele D’Annunzio, elaborata ed interpretata da Pascal Pezzuto e Lara Carrozzo, per la regia di Marianna Murolo.

Lo spettacolo, in “prima nazionale”, della durata di un’ora e trenta circa, inserito nella rassegna BluFestival, è caratterizzato da un’assoluta novità: la continua analogia tra gli endecasillabi danteschi, recitati da Pascal Pezzuto, ed alcune immagini proiettate su grande schermo, ricavate dal mosaico pavimentale della Cattedrale di Otranto, opera del monaco Pantaleone (1163-1165).

Si fa, inoltre, un parallelismo tra l’Inferno dantesco (canti III e V) e l’odierna vita socio-politica, intrisa di sofferenze e di tradimenti, anche di natura amorosa. L’infedeltà coniugale, in particolare, è proposta attraverso la riscoperta di personaggi come Paolo e Francesca, tratti dalla “Francesca da Rimini” del geniale Gabriele D’Annunzio.

La comparsa a sorpresa, nel costrutto scenico, dell’imperatore Federico II (“Puer Apuliae” – ragazzo di Puglia) e della sua amata Bianca Lancia è strumentale al fine di riportare le origini della lingua italiana nell’area siculo-calabro-salentina. La loro love story, da cui sarebbero scaturiti versi “cortesi”, che avrebbero generato il nostro idioma nazionale,  è narrata da Lara Carrozzo con un suo originale testo poetico (“Io, Bianca”).

L’evento, dal titolo L’Inferno di Dante ed il mosaico di Otranto / tra Federico II e Bianca Lancia”, prodotto da Khàrisma cineproduzioni con il contributo del Comune di Melendugno (Lecce), sarà replicato al Teatro Romano di Lecce il prossimo 9 settembre, alle ore 21, in occasione del “Premio Scòla Federiciana”.

L’ingresso è libero.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, un intero quartiere da due giorni senza linea telefonica. Protestano i residenti
Next articleCon la magia dell’Elisir d’Amore di Donizetti si conclude l’ultima edizione di Bande a Sud