#Regionali2020 – Al Consiglio Regionale con Mario Romano per “Contare di Più “

0
201

Matino (Le) – “Che avremmo affrontato una campagna elettorale piuttosto anomala lo sapevamo da tempo; che non avremmo potuto programmare iniziative, manifestazioni per incontrare gli amici e raccogliere da questi suggerimenti, era ormai nella natura delle cose. Tuttavia, pur nel rispetto dei limiti imposti dalle ordinanze del Governo Nazionale, del Ministero della Salute e del Presidente Emiliano, per il permanere del rischio del contagio da Coronavirus, ho avuto modo di relazionarmi con tanti amici sia telefonicamente che di persona, appartenenti a tutte le categorie sociali, al mondo delle professioni, dell’imprenditoria: artigiani, commercianti, cittadini comuni, amministratori comunali, sindaci, consiglieri comunali, dai quali ho ricevuto apprezzamento per essermi prodigato in sede regionale per aver cercato di dare risposte ai problemi che mi erano stati rappresentati”.

Lo scrive Mario Romano, Consigliere Regionale uscente, ricandidatosi in vista della prossima consultazione elettorale del 20 e 21 settembre 2020.
Romano, nato a Matino (Le) il 12 novembre 1950 è un dirigente regionale in pensione dal 2005, sposato e padre di due figli.
La sua carriera politica inizia nel 1969, nella Democrazia Cristiana dove ha militato fino ad essere eletto consigliere comunale di Matino, paese in cui, dal 1980 al 1985 ha ricoperto il ruolo di assessore e nel quinquennio successivo, fino al 1990, è stato vicesindaco.
Divenuto Consigliere Regionale ad oggi è Componente della IV Commissione (Sviluppo economico) e vice Presidente  della II Commissione (Affari Generali).

“Se per un verso questi attestati di stima mi hanno rincuorato – continua il consigliere Romano nella nota diffusa agli organi di stampa – al tempo stesso mi richiamano alle mie responsabilità a non mollare il lavoro intrapreso e ad andare avanti. Per questo motivo mi sono ricandidato, sperando di essere rieletto per continuare ad essere per tutti un punto di riferimento in sede di Consiglio Regionale.

Fra le tante attività svolte in seno al Consiglio Regionale, Romano vanta – a ragion veduta – di aver perorato la causa delle aziende del distretto florovivaistico di Leverano, Taviano, per le quali ha chiesto fossero destinate risorse per compensare le perdite subite del prodotto invenduto a causa della pandemia; ha ritenuto necessaria l’istituzione al ”Santa Caterina Novella” di Galatina di una unità semplice di Gastroenterologia, così come ha chiesto con urgenza di dotare il PTA di Nardò di un nuovo macchinario TAC. Non è mancato il suo intervento a favore del mondo delle imprese pugliesi per destinare loro con immediatezza risorse economiche per salvarle dal fallimento a causa del lockdown. Si è pure interessato del mondo venatorio, per gli allevatori di selvaggina, per i titolari delle ZAC (zone addestramento animali), per i cacciatori sostenendo la necessità di fare approvare il calendario venatorio, così come l’approvazione del Piano Faunistico Venatorio Regionale.

“Non sono solito perdermi d’animo – scrive in chiusura Mario Romano -, chi mi conosce sa che in me sono presenti la forza e il coraggio, elementi costitutivi del mio carattere che mi sostengono nel continuare a lottare se voi me lo consentirete. Non a caso ho scelto lo slogan: LA TUA FIDUCIA PER CONTARE DI PIÙ. La mia forza è la vostra forza, il mio successo sarà il vostro successo e insieme lavoreremo per dare soluzione ai tanti problemi che interessano le nostre comunità”.