Pagliaro (FI): «Frecciarossa fino a Lecce? Servizio monco e illusorio»

0
24
lecce stazione ferroviaria arrivo del treno freccia rossa

Lecce – «Anche questa volta si tratta soltanto di un contentino, così come accadde nel 2016, continuano a prenderci in giro; attenzione alla mistificazione della realtà che vede ancora una volta il Salento fare i conti con la discriminazione a favore di Bari. L’alta velocità, infatti, si fermerà a Bari. Da Lecce a Bari e viceversa non si viaggerà ad alta velocità questo bisogna dirlo, il vero problema sono le infrastrutture mancanti, e prima o poi, così come già è accaduto in passato, decideranno di dismettere anche questo servizio che al momento possiamo definire monco e illusorio. Quanto si risparmia realmente in termini di tempo e in termini economici? In questo momento ci preme evidenziare la realtà: rimaniamo ancora esclusi anche dall’alta velocità Napoli-Bari. Siamo stanchi di essere considerati figli di un Dio minore e di essere trattati come la periferia d’Italia. Chiediamo attenzione per il Salento che soffre ancora a causa di quel Piano dei trasporti Regionale del 2010 nato da una assurda delibera approvata dal Governo Vendola che condannò il nostro territorio all’isolamento. La domanda è sempre e solo una: di cosa si occupano i parlamentari salentini che sono al Governo ed insieme a loro il Ministro del Sud, la signora Lezzi, oltre a fare proclami, promesse, e figuracce tutti i giorni, cosa fanno nello specifico per il Salento? Non vediamo nessun impegno concreto a favore di questa terra, ancora una volta dileggiata».

Lo scrive Paolo Pagliaro, Dirigente Nazionale di Forza Italia e Presidente del Movimento Regione Salento, in merito alle nuove tratte del Frecciarossa.