La magia della neve

1
166

Trascorse le festività per la maggior parte degli italiani in famiglia, pur con le diverse restrizioni pandemiche, ormai si è girata pagina rituffandosi nel quotidiano. Se per qualcuno riaffiora la nostalgia delle feste, per altri si manifesta il rammarico di non aver potuto effettuare un viaggio, di non essere andato a sciare e, più in particolare per i piccoli, di non aver avuto il tempo e l’occasione di stare fuori a giocare con la neve. Ecco che, in particolare a chi come me in questo momento in cui sto scrivendo gode della vista dei fiocchi che cadono dal cielo, è pur sempre possibile lasciarsi incantare dalla neve senza rinunciare al sogno e alla magia.

Intanto, per far percepire l’atmosfera, prendo a prestito il finale della poesia pascoliana Nevicata che illustra ciò che vedo dalla mia finestra: «La neve fiocca lenta, lenta, lenta…» sembra quasi rivedere quel meraviglioso paesaggio invernale (Paesaggio con pattinatori e una trappola per uccelli) di Pieter Bruegel il Vecchio dell’immagine sopra.

Ma dalla percezione della materica visione il passo è breve per lasciarsi avvolgere dalla luce e dall’incanto di alcune opere di Cézanne, Gauguin, Monet, Manet, solo per citare alcuni artisti.

Lasciandosi cullare dalla magia dei fiocchi, la percezione tocca anche altre corde che trasferiscono il colore delle pennellate a quelle di alcune opere composte da musicisti che hanno preso ispirazione dalla neve. Rimanendo nel clima francese impressionista, il pianoforte di Debussy (Des pas sur la neige, preludio dal I libro) sembra quasi alludere alla tristezza di questo momento difficile per l’umanità che non a caso coincide con la stagione invernale.

Mentre scrivo continua a nevicare lentamente e «gridi, / suoni di vita più non salgono da la città» (Carducci, Nevicata).

Prendendo ispirazione dalla musica non resta che far salire i bambini su una slitta come in Die Musikalische Schlittenfahrt, probabilmente attribuita a Leopold Mozart, padre di Wolfgang Amadeus; lavoro che, con il suo divertente descrittivismo, riporta ad una dimensione più magica, oppure ascoltare un altro brano pianistico di Debussy, The snow is dancing (La neige danse), dai Children’s corner, una suite di piccoli affreschi pianistici dedicati alla sua amatissima bimba, chiamata affettuosamente Chouchou.

Intanto la neve ha coperto quasi del tutto il paesaggio, ogni cosa è irriconoscibile, nascosta; sembra che l’orologio si sia fermato ed ogni impegno e problema del quotidiano esige una pausa. I pensieri si accavallano e, oltre allo stupore, tanta è la curiosità di scoprire il fenomeno anche dal punto di vista metereologico come la formazione dei fiocchi di neve tanto che il pensiero volge all’opera Strena seu de nive sexangula (Sul fiocco di neve a sei angoli) di Keplero ma, per fortuna, la poesia e la bellezza del paesaggio innevato prendono il sopravvento.

Concludo ritornando ai rammarichi iniziali per tutto ciò che non abbiamo potuto realizzare, causa pandemia, ed una volta tanto invito a lasciarsi andare alla magia e all’incantesimo della neve, consapevoli che: «Sei [la neve] per poco / dolce gioco, / dolce gioco / in mille fiocchi / che mi frullan / sotto gli occhi» (Ada Negri, Neve).

Copyright © È vietata la riproduzione anche parziale

Compositore, Direttore d’Orchestra, Flautista e Musicologo. Curioso verso ogni forma di sapere coltiva l’interesse per l’arte, la letteratura e il teatro, collaborando con alcune riviste e testate giornalistiche. Docente presso il Conservatorio di Perugia, membro della SIdM (Società Italiana di Musicologia), socio dell’Accademia Petrarca di Arezzo, dal 2015 ricopre l’incarico di Direttore artistico dell’Audioteca Poggiana dell’Accademia Valdarnese del Poggio (Montevarchi-Arezzo).

1 COMMENTO

  1. Un vortice lieve e turbinosamente ricco di connessioni con la musica, la pittura e la poesia: come amplificare il reale con la forza del pensiero e della memoria,ecco il potere della cultura, ecco la scintilla dell’homo sapiens.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleA Castiglione d’Otranto il Baroc Jazz in Concerto
Next articleInaugurata a Salice S.no la nuova scuola dell’Infanzia di via Manzoni