Anna Angela Martina e la sua pittura Polimaterica

0
64

Anna Angela Martina, pittrice emergente salentina, nasce a Lecce, ma vive ed opera a San Cesario. Dopo gli studi artistici presso l’Istituto Statale d’Arte G.Pellegrino di Lecce, consegue la laurea in Conservazione dei Beni Culturali. Saranno, tuttavia, le sue esperienze sul campo fatte tra Roma, Torino, Pistoia e Lecce a consolidare la propria formazione artistica ed intellettuale.

Sicché, dapprima sperimenta la ricerca cromatica su tela, poi si accosta ad una pittura più complessa e composita attraverso l’esperienza polimaterica, utilizzando materiali diversi: pomice, resina, malta, garze, colla vinilica, sabbia, immagini-collages e carta giapponese.

I materiali utilizzati dalla pittrice si accorpano e si sovrappongono armoniosamente sulla tela raccontando l’artista, svelandone al fruitore il suo pensiero, dove si intuisce facilmente la modernità e la sua complessità. Certamente, la sua pittura racchiude stratificazioni di tipo alchemico, che, accolte da campi cromatici significativi, rinviano non solo a vissuti interiori dell’artista, ma in un gioco interno-esterno ne danno le sue visioni il suo pensiero .

Opere pittoriche multimateriche quindi quelle di Anna Angela Martina veicolatrici di “forme” e di “senso” realizzate con colori acrilici accesi, forti, dalle pennellate dinamiche che fanno emergere la sua personalità dinamica, incline all’azione e alla volizione, ciò perfettamente in linea con le richieste del mondo attuale

Le sue tele rivelano e svelano geometrie definite, forme circolari, frammentazioni di spazi che rimandano ad un percorso esperienziale dall’artista fatto di istanti, pulsioni, bisogno di fermare soprattutto l’attimo, ambendo così all’azione eternizzante; visioni interiori e mondo individuale quindi si concretizzano in una tecnica espressiva molto originale , incisiva e dotata di forte dinamismo.

Sulle sue belle ed intense tele si ravvisano effetti tridimensionali, tattili, volumetrici che “impaginano” l’opera pittorica che si rivela essere non solo figurativa e astratta, ma anche materica. Sono evidenti i richiami a Balla, Boccioni, al Futurismo insomma. Anna Angela Martina è come se sostituisse nelle sue creazioni pittoriche la realtà dipinta con la realtà della materia, guardando a quest’ultima come portatrice di svariate possibilità espressive, coniugando armoniose sinergie tra volumi, forme e colori.

L’artista ha divulgato la sua espressione artistica partecipando a numerose mostre: Collettiva Itinerario rosa: percorsi al femminile Conservatorio Sant’Anna, a Lecce nel 2016; collettiva “Un soffio di speranza. Il sogno di Emanuela presso L’Atrio del Palazzo Comunale di Pistoia nel 2017; Mostra pittorica Ex Convento dei Teatini a Lecce, sempre nel 2017; Collettiva Unicel San Cesario di Lecce nel 2018; “Le Fil Rouge Frida Kahlo: attraverso i tuoi occhi”, mostra a cura di Viviana Cazzato, Palazzo Risolo, Specchia, sempre nel 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSalento & dintorni – Quattro Colonne, una sola torre
Next articleLa politica italiana cambia passo