Lecce, il Teatro Apollo per “La Dea trans”

0
673

Lecce – Martedì, 4 dicembre 2018, alle ore 21 va in scena all’Apollo di Lecce La Dea Trans, uno spettacolo teatrale centrato sul noto personaggio leccese Carlo Paiano, detto Carlotta, la cui scomparsa l’anno scorso ha destato una vasta eco anche a livello nazionale.

Trans dichiarato sin dagli anni ’70, fu noto prima a Lecce, poi a partire dagli anni ’80 a Roma, Firenze, Milano…

Un carattere allegro, abbinato ad un’acuta intelligenza e gusto per il bello ne hanno fatto di lui un personaggio famoso in tutt’Italia e che ha lasciato di sé una traccia profonda nella mondanità e nella cultura prima del capoluogo salentino e poi nei maggiori centri cittadini del nostro Paese. E ciò a tal punto da indurre Giuseppe Puppo a comporre una pièce teatrale a lui dedicata e che verrà interpretata il 4 dicembre da Ivan Raganato, artista poliedrico e camalenontico, che sarà affiancato dagli attori della compagnia teatrale di Copertino, Scena Muta. Durante la serata, alcuni contributi artistici, poi, vedranno protagonisti Nandu Popu e il noto Max Persano. La produzione dello spettacolo si avvale del patrocinio della Provincia di Lecce ed è targata Valerio Melcore, Vito d’Agostino e Scena Muta.

Uno spettacolo da non perdere, in parte per rivivere certe atmosfere leccesi di qualche decennio fa, in parte per riflettere sulla cultura della diversità, alla quale è annessa come necessaria conseguenza la solitudine, e non solo in una prospettiva individuale, ma anche sociale, tipica della nostra epoca.

Da segnalare ancora che, il trucco degli attori è a cura di Lina Hand (make up artist statunitense), i costumi sono della stilista salentina Daniela Malecore; il service è stato affidato ad Alessandro Chiavacci.