‘Giornata mondiale della poesia’ all’ex Conservatorio Sant’Anna di Lecce. Nel primo giorno di primavera i poeti pugliesi omaggiano la loro arte

0
731

fotogiornatapoesiaLecce – Da qualche tempo a questa parte, il 21 marzo non segna solo l’inizio di una delle stagioni più attese dell’anno, ma in questo giorno viene celebrata, dietro iniziativa dell’Unesco, la ‘’Giornata mondiale della poesia“. E dal 2013, anche a Lecce,  poeti provenienti da ogni parte della Puglia si riuniscono nell’equinozio di primavera per omaggiare quella che è la loro arte.  

Quest’anno l’evento, tenutosi presso il suggestivo ‘Ex Conservatorio di Sant’Anna’ di Lecce, è stato organizzato, ancora una volta, dall’Associazione Salentina Vitruvio, capitana dall’architetto e poeta Enrico Romano, il quale guida questa importante realtà culturale presente sul territorio leccese, in maniera indefessa e con grande passione. L’iniziativa rientrava nel programma di ‘Itinerario rosa- Percorsi al femminile’, rassegna creata dal Comune di Lecce e dedicata all’universo della donna; e in essa non poteva mancare di certo la poesia, la signora per eccellenza della cultura. All’incontro, giunto alla sua quarta edizione, hanno partecipato numerosi poeti, molti dei quali riconosciuti come migliori tra quelli attuali. Ospiti illustri della serata la dott.ssa Gloria Fuortes,  custode di Palazzo Comi a Lucugnano e conoscitrice profonda di Girolamo Comi, e l’arch. Stefano Pagano, figlio del grande poeta leccese Vittorio, giunto da Firenze per l’occasione. Tra gli altri poeti ricordati, anche due salentini che si sono notevolmente contraddistinti nel campo poetico nazionale, ossia Bruno Epifani e Claudia Petracca, scomparsa lo scorso gennaio.

Ogni partecipante ha avuto la possibilità di declamare versi propri o altrui, in un’atmosfera di completa armonia e condivisione. Al centro della discussione  il tema ‘Le sedici Lune di Giove’, nato da un’idea di Chiara Armillis, sostenuta da Enrico Romano e Rossella Maggio, e concepito come un viaggio a ritroso nei luoghi immaginari della Luna ai quali è legata la femminilità e raccontato attraverso gli interventi poetici di sedici donne.  Non è mancata poi la musica con Ennio Brunetta, il quale ha regalato coinvolgenti momenti musicali con il suo sax, mentre a fare da cornice a quella che è risultata una splendida serata è stata l’esposizione di quadri realizzati da artisti salentini di alto profilo tra cui: Giovanni Mangia, Mario Pellegrino, Anna Dell’Anna, Marina Colucci, Elena Rovito, Rosanna Vitti.
L’evento ha visto, inoltre, la collaborazione di diverse Associazioni come Aulos, Arte e Medicina e Le Ali di Pandora. Rilevanti realtà culturali che hanno lavorato in perfetta sinergia, riuscendo nell’intento di esaltare la bellezza della poesia e attirando un numero estremamente considerevole di poeti e poetesse. L’associazione ‘Vitruvio’, principale promotrice della manifestazione, è già impegnata con altre iniziative importanti attraverso le quali promuove la produzione poetica, tra cui il concorso internazionale di poesia ‘Premio Vitruvio’, che da undici anni a questa parte vede la partecipazione di numerosi concorrenti provenienti da ogni parte d’Italia e addirittura dall’estero, e a cui è già possibile iscriversi entro il 31 marzo 2016.