A Guagnano la qualifica di “città che legge”

0
23

Guagnano (Le) – Per il Biennio 2022/2023, tra i 718 comuni in tutta Italia, che hanno ottenuto la qualifica di città che legge, dimostrando di avere i requisiti richiesti, dall’Avviso Pubblico, reso noto lo scorso giugno, c’è Guagnano. L’elenco è online e annovera della Puglia più di cinquanta comuni.

Nato nel 2017, il progetto Città che legge ha visto nel corso del tempo, una partecipazione sempre maggiore delle Amministrazioni comunali, che hanno presentato la propria candidatura, partecipando all’Avviso Pubblico per ottenere la qualifica di “Città che legge” e per poter, poi partecipare ai bandi di finanziamento.
L’Avviso per ottenere la qualifica, viene pubblicato a cadenza biennale con il relativo formulario, da compilare per dimostrare di possedere i requisiti richiesti. Alle città che ottengono il titolo di Città che legge è riservata l’opportunità di partecipare al bando omonimo – Bando Città che legge – che premia ogni anno, progetti di promozione della lettura, che dimostrino di costruire circuiti culturali integrati a livello territoriale, attraverso la partecipazione di istituzioni scolastiche, di biblioteche di pubblica lettura e altri enti o associazioni culturali.

Guagnano è uno dei 718 Comuni d’Italia, ad essere insignito della Qualifica di “Città che legge”con la sua “Biblioteca del Negroamaro e delle Terre d’Arneo”. Nei mesi scorsi, il Comune di Guagnano, ha partecipato all’avviso pubblico del Centro per il libro e la lettura, d’intesa con l’Associazione Nazionale Comuni d’Italia che a partire dal 20 Giugno, sino al 29 Luglio, dava la possibilità di partecipare al Bando, per aggiudicarsi questo importante riconoscimento. Dalla lettura dipendono lo sviluppo intellettuale, sociale ed economico delle comunità, attraverso la qualifica di Città che legge, si vuole promuovere e valorizzare quelle amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio, politiche pubbliche di promozione della lettura. L’intento è riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale, attraverso la diffusione della lettura, come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti, l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderisce a uno o più dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura (Libriamoci, Maggio dei libri), si impegna a promuovere la lettura con continuità anche attraverso la stipula di un Patto locale per la lettura che preveda una stabile collaborazione tra enti pubblici, istituzioni scolastiche e soggetti privati. Mimma Leone, Assessore alla Cultura del Comune di Guagnano ha così commentato questo importante riconoscimento: E’una straordinaria notizia per la comunità guagnanese, per la Cultura, per il mio Assessorato, per tutto ciò in cui ho sempre creduto. Il mio sentito grazie, professionale ma soprattutto umano, va a Loredana  Gianfrante, a Giusy Ianne e a tutti coloro che anche attraverso un piccolo gesto, una partecipazione, un riscontro anche minimo, hanno reso possibile questo grande passo in avanti”.