Novoli, non cessano i disagi procurati da FSE a studenti e pendolari. Il 17 aprile un incontro in Comune con l’Associazione dei Consumatori

0
722

Autobus FSENovoli (Le) – “Con riferimento alla problematica del servizio di trasporto pubblico su gomma effettuato dalle FSE a Novoli si comunica che nell’incontro avuto dal Sindaco con il responsabile della società FSE, lo stesso è stato rassicurato che entro due settimane la situazione novolese dovrebbe ritornare alla normalità.

In particolare è stato riferito che tra circa dieci giorni la società dovrebbe reintrodurre su strada ben sette autobus di linea che copriranno l’area Nord Salentina. Da evidenziare infine che proprio il comune di Novoli sarà monitorato quotidianamente per ridurre i disagi agli utenti, in attesa che la situazione torni alla normalità”.

Questa nota, redatta il 2 novembre 2014, veniva diramata agli organi di stampa dalla Casa Municipale di Novoli, in risposta ai fatti che, per l’ennesima volta, si erano verificati a discapito dei giovani studenti e dei pendolari diretti a Lecce e fruitori dei servizi di trasporto su gomma erogati da FSE.

Vox clamantis in deserto diremmo oggi, alla luce dei problemi mai effettivamente risolti e che, proprio il 14 aprile u.s., si sono ripetuti, creando disservizi e malumore a quanti continuano a pagare il costo di un abbonamento (circa 32 euro mensili) nella speranza di trovare posto a sedere su pullman ormai obsoleti e sempre meno adatti a rendersi satisfattivi delle esigenze di un’utenza numerosa e, a ragion veduta, ora pure pretenziosa. 

Intanto, mentre il Sindaco di Novoli, Oscar Marzo Vetrugno, insieme al presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Mazzotta, hanno dapprima incontrato una delegazione di genitori e di cittadini per dirimere la questione nelle sedi competenti e poi fissato un incontro con i referenti dell’Associazione dei Consumatori – l’incontro è previsto in Municipio il prossimo 17 aprile alle ore 17 – dall’opposizione giunge un severo monito a firma di Antonio Pio Marzo, candidato Sindaco nella prossima tornata elettorale del 31 maggio p.v.

“Il problema degli autobus troppo pieni e degli studenti novolesi ammassati va avanti ormai da troppi anni – scrive Marzo – e in tutto questo tempo dal sindaco Oscar Marzo Vetrugno solo promesse e nessuna soluzione. Già il 15 ottobre del 2013 i vigili urbani avevano bloccato i bus, scoprendo su un mezzo la presenza di 83 ragazzi invece dei 72 consentiti, e sull’altro 87 su 65. A carico dei conducenti e della società di trasporto venne contestata l’infrazione. Risale al 24 febbraio scorso un altro spiacevole episodio. Alla fermata di via Raffaello Sanzio, gli autobus sono arrivati già colmi e gli studenti esasperati hanno deciso di fare intervenire i carabinieri. In tutti questi anni la giunta Marzo Vetrugno ancora una volta si è dimostrata sorda, nonostante più volte sottolineato il disagio degli studenti e dei pendolari: il numero degli autobus che collegano Novoli a Lecce è insufficiente”.

E conclude: Mi unisco al grido di allarme, alla protesta dei ragazzi e dei loro genitori, affinché si possa trovare una soluzione immediata e definitiva della problematica”