Novoli, l’Amministrazione Comunale e le comunità parrocchiali ricordano i defunti deceduti durante la pandemia

0
104

Martedì 16 giugno, alle ore 19.30, concelebrazione eucaristica in Chiesa Madre e diretta streaming sul canale Facebook di Paisemiu


Novoli (Le) – Una volta che questa tragedia sarà finita, quando tutto sarà tornato alla normalità e la pandemia sarà solo un bruttissimo ricordo, ci saranno immagini che non potranno essere cancellate, che resteranno impresse nella memoria e nel cuore. E, come una ferita, come una cicatrice, continueranno a far male. Una su tutte è diventata il simbolo del dramma che l’Italia ha vissuto nei mesi scorsi (e ancora continua a vivere, seppur in maniera meno amplificata): le bare di Bergamo. Quelle casse da morto ‘ordinate’ sul pavimento delle Chiese parlano più dei numeri del bollettino della Protezione Civile, più delle curve disegnate dai contagi.

Ogni paese d’Italia ha vissuto il suo personale dramma, magari semplicemente il dolore di non poter salutare i propri cari estinti lungo il frastornato periodo del lockdown, confinati, – nel senso più letterale del termine – nostro malgrado, nelle nostre “tiepide” case, senza poter offrire neppure un timido gesto di consolazione alle tante famiglie che hanno perso una persona cara.

Per ricordare, dunque, quanti ci hanno preceduto nel segno della fede ed ora dormono il sonno della pace, l’Amministrazione Comunale di Novoli, di concerto con i parroci di Novoli e Villa Convento, desidera celebrare una Messa di suffragio, soprattutto per tutti coloro che, fra marzo e maggio, non hanno avuto “diritto” ad un funerale a causa delle restrizioni imposte per salvaguardare la salute di tutti.

Sarà un atto commemorativo che non ha bisogno tanto del tratto nostalgico che nasce dal distacco, bensì si apre al futuro e alla vita; crediamo questo poiché la memoria cristiana di oggi ci dice che c’è un di più dopo la morte: la vita eterna. Perché, come insegna la Liturgia della Chiesa, celebrare il mistero del Corpo e Sangue di Cristo, ci dice anche il senso pasquale del passaggio del defunto da questa vita a quella eterna. Esso dà un senso di comunione con il defunto perché la preghiera si rivolge a Dio per la purificazione della sua anima.

La celebrazione liturgica avrà luogo nella parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo, martedì 16 giugno alle ore 19.30

L’ingresso in Chiesa verrà contingentato secondo la normativa ancora in vigore, la cerimonia verrà comunque trasmessa anche in streaming sulla pagina Facebook di Paisemiu all’indirizzo: www.facebook.com/Paisemiu