Lecce, la Giunta approva l’installazione di 10 nuovi varchi per l’accesso alla ZTL

0
55

De Matteis: “Un intervento risolutivo per le annose problematiche del centro storico”


Lecce – È stato approvato, nella seduta di Giunta comunale di ieri, il progetto esecutivo per l’installazione di 10 nuovi varchi elettronici in corrispondenza di altrettanti accessi alla Zona a Traffico Limitato.

Finanziato con 170mila euro di fondi assegnati dal Ministero dell’Interno e previsto nella delibera di Giunta comunale n. 16 del 23/01/2020, l’intervento prevede il posizionamento di 10 telecamere con letture targhe e telecamere di controllo area posizionate su pali ornamentali adeguati al contesto paesaggistico in modo da limitare l’impatto architettonico.

Questi gli accessi interessati: Vico Mondo Nuovo,Vico dei Fieschi,Via Salvatore Trinchese, Via dei Mocenigo, Via di Biccari, Via Ludovico Maremonti, Via Mario Bernardini, Vico de Argenteris, Via Giuseppe Libertini (Porta Rudiae) e Via Gino Rizzo (Porta Napoli).

L’integrazione di questi nuovi varchi a quelli già esistenti si è resa necessaria perché è stato riscontrato che nel tempo si è sviluppata la cattiva consuetudine di aggirare i divieti di accesso introducendosi nelle aree pedonali ed a traffico limitato attraverso strade non presidiate da telecamere.

I lavori di installazione prevedono piccole aree di scavo e entro la fine dell’anno i varchi saranno operativi e funzionanti.

«Con questo progetto – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteisaggiungiamo un altro tassello al puzzle della mobilità proseguendo con gli impegni del nostro mandato elettorale sulla perimetrazione e tutela del centro storico. Con queste ulteriori telecamere, non ci saranno più “buchi” da dove accedere nella Ztl al di fuori degli orari consentiti. In vista dell’allungamento della Ztl h24, anche le operazioni di carico e scarico potranno essere fatte solo rispettando gli orari dei pass. Un intervento, quindi, che si prospetta risolutivo delle annose problematiche del nostro centro antico».