Lecce, degrado urbano in via Bari, bimbo di quattro anni finisce in ospedale dopo puntura di zecca

0
815

Lecce – Un bimbo di quattro anni è stato punto da una zecca, mentre passeggiava con la madre nei pressi del condominio La Staffa, in Via Bari. È noto già da tempo che la zona è completamente incurata e priva di qualsiasi intervento di pulizia, in particolar modo in corrispondenza delle aiuole. Il piccolo di quattro anni si sarebbe chinato a giocare proprio vicino le aiuole, quando è stato punto da un insetto che ha costretto la madre con il figlio a correre al Pronto Soccorso del Vito Fazzi. Il medico di turno avrebbe poi dichiarato che non si tratterebbe di un episodio isolato, ma che diverse famiglie si sarebbero recate in ospedale per lo stesso motivo.

“In via Bari, dove sono residente con i miei due bambini, il camion della Monteco passa il martedì ma, non si capisce perché un intero tratto di strada non venga mai pulito” – ha dichiarato la madre del piccolo – “Ossia, giunti al punto in cui via Bari si dirama, in corrispondenza delle aiuole, il camion si ferma e torna indietro. Nessun operatore ecologico scende per spazzare. Noi residenti dotati di buona volontà, a turno, con sacchi e guanti in latrice puliamo e versiamo secchi di acqua e candeggina. È ovvio che, nei giorni di vento e pioggia, le aiuole trattengono buste e cartoni e si crea una specie di poltiglia. Nell’erba proliferano i parassiti. Ho tentato di tenere il bambino distante, mentre raccoglievo il tutto, ma evidentemente non è bastato. Ora L. è in terapia antibiotica, io sono a casa dal lavoro e, questi giorni per “malattia figlio” sono totalmente non retribuiti. Chiamo il numero verde e mi dicono che non possono fare niente, poiché devono riuscire a trattare un’area molto vasta in poco tempo. Chiamo la municipale che chiama la Monteco per un giorno, e poi chi si è visto s’è visto”.

Tanto sconforto e nessuna tutela da parte di chi dovrebbe provvedere al mantenere il decoro degli spazi pubblici. La zona è stata più volte segnalata dai residenti che da tempo lamentano il totale degrado e abbandono.